Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

TIRIAMO AVANTI......

Molte persone che incontro , mi chiedono se il mercato immobiliare si è ripreso o se il mattone è ancora fermo ai blocchi di partenza. La domanda non può avere una risposta chiusa, un si o un no , non vorrebbero dire nulla, ma merita una riflessione molto più articolata, che solo scrivendo questo articolo, posso cercare di esaudire nel miglior modo possibile, la voglia di curisitàdi chi mi pone la domanda ed anche delle altre persone che mi leggono e che mi leggeranno.  Per cominciare farei un distinguo:  1.  Mercato immobiliare per investire del denaro  2. Mercato immobiliare per casa da destinare a propria abitazione. Partiamo dal primo punto, l'investimento nel mattone, è molto sicuro ed ha la caratteristica di raccogliere i suoi frutti minimo a 10 anni, questo è ancora possibile, anzi se acquisti nelle posizioni giuste e con le caratteristiche adeguate ai giorni nostri, la resa è garantita. Le tasse sulla casa, non  sono un problema se tiene l'immobile

SVOLTA A DESTRA O A SINISTRA ?

Ieri mattina incontro un mio cliente che mi deve consegnare la documentazione per la stipula di un contratto di locazione, mi offre un caffè, il quarto per me, e ci mettiamo a parlare di investimenti immobiliari. Veramente è lui che mi fa delle domande, cerca di avere da me una consulenza gratuita. Nulla di eccezionale, le mie sono sempre gratis. Perchè ti racconto questo fatto. Durante questo colloquio è emerso un argomento che mi ha fatto riflettere per tutta la giornata, che voglio evidenziare in questo articolo. Vale la pena investire dei soldi per acquistare un appartamento e poi affittarlo? Non voglio farti una filippica su i pro e contro, non è questo il cuore dell'argomento, ma la risposta che lui si è dato, ancor prima che io mi pronunciassi. E SE POI NON PAGANO L'AFFITTO.....dice lui ancor prima che io mi pronunciassi. E SE....E SE.....E SE..... che palle con queste continue parole. Ogni persona della propria vita decida pure come fare, decida pure come

INCENTIVI PER LA RISTRUTTURAZIONE

LEGGE STABILITA' 2016: incentivi per la ristrutturazione Sono stati confermati ufficialmente nella nuova legge di stabilità 2016 i bonus ristrutturazione ed energia. Anche nel 2016 chi esegue lavori di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica potrà usufruire delle detrazioni Irpef del 50% e del 65%. Ma vediamo quali sono le modalità e le novità per accedere ai benefici anche il prossimo anno. Detrazioni fiscale ristrutturazione Prorogata al 2016 la detrazione del 50% per gli interventi edilizi. La detrazione fiscale è per un tetto massimo di 96mila euro ammortizzati in dieci rate annuali. I lavori ammessi riguardano gli interventi di: manutenzione ordinaria, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale manutenzione straordinaria effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobili residenziali restauro e di risanamento conservativo, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliar