lunedì 12 novembre 2018

10 cucine a scomparsa perfette per un monolocale (ma non solo)


Adatte nei piccoli appartamenti o nei monolocali quando le metrature non sono generose, le cucine a scomparsa trovano anche altre interessanti collocazioni.
Sono amate da chi non vuole che niente rimanga a vista poiché consentono di nascondere una parte della cucina o tutta, così da mimetizzarla con una parete o un armadio.

Funzionano perfettamente negli appartamenti con un unico ambiente giorno: infatti l’armadiatura del salotto svela (quando serve) una cucina completa di tutte le funzioni necessarie. O ancora l’armadio-cucina monoblocco può trovare la sua collocazione in un corridoio: quando le ante si aprono, possono addirittura sparire (nel telaio o a soffietto) e non essere d’intralcio.


1. Per questioni di altezze, non è stato possibile posizionare i pensili; è stato scelto di non inserire la lavastoviglie e questo ha consentito di evitare lo zoccolino e, quindi, di guadagnare una decina di centimetri così d’avere basi più alte.
La cucina è chiusa da due grandi pannelli, ognuno è largo 130 cm, che scorrono su una doppia guida. Una mantovana ridefinisce questi scorrevoli contribuendo a valorizzarli.
Se il bianco aiuta a far sembrare tutto più grande e luminoso, il tocco di colore rosso acceso, ripreso dal profilo del piano e dalle basi, contribuisce a personalizzare la cucina. 


2. In questo appartamento l’ambiente giorno ospita, insieme alla zona soggiorno, anche la cucina.

Il progettista ha studiato un’idea interessante: la cucina è incassata nel muro, nascosta da tre pannelli. Questi si aprono ad anta, il primo a sinistra, e a soffietto, gli altri a destra. Quello che sembra un armadio nasconde quindi una cucina, perfetta per chi non ama lasciare questo spazio a vista e ha un unico ambiente giorno.

Il marrone delle ante richiama le tonalità presenti nell’ambiente. I faretti posizionati sopra il piano e sopra i pensili schiariscono la cucina e contribuiscono a illuminarla.


3. L’ambiente giorno di questo appartamento sembra più lungo che largo. Sul lato corto è stata posizionata una cucina monoblocco bianca.

Questa è formata da una colonna, probabilmente frigo, sulla sinistra; la parte centrale sembra invece divisa in due: la parte bassa è occupata dalle basi, senza maniglie né gole con probabile apertura push pull; la parte superiore ospita invece i pensili e il forno; tra l’una e l’altra, c’è il piano con fuochi e lavello.

Il progettista ha scelto di chiudere e nascondere solo la parta alta con un’apertura verticale. Quando la cucina è chiusa, complice il total white, sembra di vedere una grande scatola bianca.

Il colore scelto, inoltre, permette di mimetizzare la cucina con le pareti della stanza e di creare una continuità cromatica anche con il muro sopra. Il bianco illumina, schiarisce e richiama le sedie e il tavolo.


4. Questo appartamento presenta una cucina armadio a scomparsa. Le ante centrali si aprono e svelano una sorpresa: una doppia nicchia colorata di rosso, una con basi, lavello, forno a microonde e pensili e l’altra con cassetti, forno, piastra e pensili. Ai lati delle nicchie è stata ricavata quella che sembra una colonna vivande, a destra, e una per frigo e lavastoviglie, a sinistra.

Notare l’apertura dell’armadio: le ante si aprono, scorrono e si infilano a lato delle nicchie. Così non occupano spazio. Questa tipologia di cucina a scomparsa diventa funzionale anche per gli ambienti mini o lunghi e stretti.


5. Un altro appartamento con una soluzione simile. La cucina questa volta si sviluppa su entrambi i lati e ognuno nasconde una sorpresa: una nicchia di colore giallo chiusa da delle ante. Quando si aprono svelano, una, basi e lavello, e l’altra, basi, mensole e microonde.

Le ante scorrono e scompaiono, poiché si infilano a lato della nicchia. Così non occupano spazio che potrebbe essere utile a chi è ai fornelli o a chi vive l’ambiente cucina.

Il giallo intenso delle nicchie è in contrasto con il resto. Quando queste sono aperte, creano una piacevole contrapposizione e contribuiscono ad arredare l’ambiente.


6. Questo appartamento è caratterizzato da una cucina armadio a scomparsa. Le ante centrali si aprono a soffietto scorrendo su un doppio binario e svelando una soluzione tutta bianca che sembra incastrata in una scatola di colore legno.

L’abbinamento bianco e legno funziona e il colore della cucina ha anche il compito di schiarire il piano e il paraschizzi. 


7. In questa casa una soluzione a soffietto scorre su un binario superiore e apre e chiude una cucina lineare.

Tutto è rigorosamente bianco. Questo colore, accompagnato dalle finiture lucide (anche il pavimento è lucido), rende l’ambiente elegante. Contribuiscono a definire l’atmosfera anche le luci a Led blu che illuminano il piano.

E c’è un’altra sorpresa: è sufficiente schiacciare un bottone e appare, sulla destra, anche il forno a microonde.

Un particolare: questa scatola bianca è valorizzata dalla maniglia del frigo, sulla destra, e dai pomoli dei cassetti che diventano dei dettagli di stile.


8. In questo appartamento con cucina a “L”, è stata studiata un’idea semplice e funzionale.

Sopra il piano, lungo il lato che ospita il lavello, sono state ricavate delle mensole. Queste possono essere chiuse con delle tendine. O possono rimanere a vista: la tendina sale e si impacchetta.

Qui sono state scelte tende bianche per creare, una volta abbassate, una scatola monocromatica. Quando le tende sono alzate, le mensole vengo valorizzate dalle luce delle strisce Led. Le mensole, così illuminate, complice il fatto che è possibile decidere a quale altezza lasciare la tenda, creano dei giochi d’arredo che contribuiscono a valorizzare la stanza.


9. Quello che sembra un armadio caratterizzato da pannelli di due diversi colori nasconde invece una cucina.

Le antine grigio scuro si aprono e svelano un piano dove è incassato un piccolo lavello, una piastra e una mensola che diventa un pratico appoggio. Si tratta di una soluzione semplice, ideale anche per i piccoli appartamenti.

La nicchia rimane leggermente buia, ma sotto la mensola è stata posizionata una soluzione luminosa che permette di godere di più luce sul piano di lavoro.

Lo spazio è mini, ma sopra la piastra è stata posizionata anche una soluzione per aspirare gli odori.


10. Si tratta di una soluzione “già pronta”, un’idea ingegnosa da mettere dove si vuole, completa di tutto ciò che serve: forno, lavello, cappa e spazi contenitivi.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.