venerdì 17 agosto 2018

7 pitture per interni che rendono particolari le pareti di casa


La cura e l’attenzione rivolte alla casa, l’impegno a fare di ogni ambiente uno spazio speciale da cui trarre benessere e sensazioni positive, ci porta a guardare alle pareti non più come semplici superfici da imbiancare ma come moderne tele da decorare.
Ed è proprio con questo spirito che le pitture decorative propongono molteplici soluzioni attraverso le quali è possibile dare la personalità desiderata a ogni ambiente, da quelli di rappresentanza a quelli più intimi.
In questi anni connotati da continue innovazioni, il settore delle pitture decorative ha fatto importanti passi avanti, dando vita a prodotti tecnologicamente avanzati e capaci di produrre soluzioni estetiche impensabili fino a ieri. Parliamo di paste per lo più pronte all’uso che, applicate a pennello o frattazzo (differenti a seconda del prodotto e dell’effetto desiderato), consentono agli imbianchini specializzati di ottenere superfici uniche, di pregio e di sicuro impatto.
Vediamo, in sintesi, le più apprezzate.

Le terre
Il ritorno alla natura e alle finiture materiche trova espressione in quei prodotti che ricordano le terre, tanto nell’aspetto che al tatto. Sono pitture in pasta a base minerale, con pigmenti terrosi e micro-inerti che ne definiscono il grado di scabrosità finale. Il risultato è una superficie dall’aspetto naturale e semplice. Solitamente sono sufficienti due sole mani, in quanto coprenti, e oltre ad essere molto resistenti sono anche traspiranti e antimuffa.


I marmi
Se parliamo di effetto marmo continuiamo, e a buona ragione, a pensare allo stucco veneziano. Mai passato di moda, oggi si veste di una nuova pelle, fatta di colori inediti ed effetti grafici dal gusto attuale. Tuttavia ai prodotti in grassello di calce e polvere di marmo se ne affiancano di più nuovi e hi-tech, con base minerale ai silicati, molto resistenti e più facili da da applicare. La posa predilige la stesura omogenea e continua, lontana dal classico effetto spatolato della tradizione.


I metalli preziosi
I metalli sono tra i materiali più apprezzati per dare valore ad una parete e rendere sontuoso un ambiente. L’industria distribuisce sul mercato prodotti capaci di replicare la brillantezza di oro e argento, molto apprezzati da chi ama atmosfere ricercate e ambienti che non passano inosservati.


I metalli ossidati
Ma oro e argento rappresentano solo una faccia della medaglia. È ai metalli ossidati che il mercato rivolge maggiori attenzioni, creando decorativi che riproducono metalli attaccati dal tempo, usurati per superfici dalla forte personalità. Sono paste a base per lo più di resine acriliche, quindi molto coprenti e resistenti, con aggiunta di pigmenti metallescenti. La combinazione di questi ultimi dà vita a superfici materiche, in tutto simili a metalli grezzi come il corten o le lamiere acidate.


Il cemento
Ispirate dallo stile industriale che ha spopolato negli anni recenti, le finiture murali effetto cemento sono entrate nelle nostre abitazioni riproponendo la matericità e i colori di questo materiale. L’impressione è di avere pareti rustiche, vissute ma al contempo levigate ed eleganti. Tutto merito di texture studiate e cromatismi complessi. La continua ricerca, infatti, fa dei decorativi espressione di una tecnologia avanzata in cui materie prime di grande qualità e processi produttivi all’avanguardia portano a effetti davvero apprezzabili. Cemento sì, quindi, ma luminoso e cangiante alla luce, facile da pulire e resistente ad acqua e abrasioni.


I tessuti
Altro grande tema sviluppato nel mondo dei decorativi è quello dei tessuti. Qui la creatività ha trovato un fertile campo, col risultato di rivestire con tessuti leggeri e impalpabili le pareti. In primo piano abbiamo sete e lini grezzi, con raffinati giochi chiaroscurali delle sottilissime trame che riproducono i filati.
 

Pelli scamosciate
Quanto detto finora lascia emergere uno degli aspetti fondamentali delle moderne pitture decorative: il piacere che scaturisce dal toccarle. La matericità e le trame tridimensionali hanno lo scopo di procurare non solo un piacere visivo, ma più ampiamente un’esperienza dei sensi che coinvolge anche il tatto. Da qui prodotti che riproducono la morbidezza della pelle scamosciata o anche del velluto. Pigmenti hi-tech riescono, infatti, a creare cromatismi naturali e sensazioni tattili uniche che ricordano la stessa sensazione di quando si accarezza la pelle scamosciata.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.