giovedì 3 maggio 2018

Duepercentoduepercento

Le provvigioni giuste ed eque da riconoscere all'agente immobiliare che ti ha fatto concludere l'affare sono il 2% dal venditore ed il 2 % dall'acquirente. Naturalmente con regolare fattura, quindi con l'aggiunta dell'Iva pari al 22%.


Ora ti voglio evidenziare alcune situazioni che applicano la stragrande delle agenzie immobiliari, specialmente quelle facente parte dei grandi gruppi, ma soprattutto in franchising.

                                                    Situazione 1 :

L'agenzia immobiliare richiede al venditore una provvigione del 3 %, all'acquirente il 4 %

                                                   Situazione 2:

L'agenzia immobiliare chiede la provvigione del 1 % al venditore, per ottenere l'incarico di vendita, ma poi chiede il 5 % all'acquirente. FURTO, fa perdere dei soldi al venditore e droga il mercato.

                                                   Situazione 3 :

Provvigione del 3 % al venditore, provvigione del 3 % all'acquirente, ma in sede di proposta , l'agenzia, stimola l'acquirente a dargli un punto di percentuale in più, a fronte di uno sconto di 10.000 euro sul prezzo d'acquisto. SCORRETTO, l'agenzia da un enorme disservizio al venditore.

                                                 
Situazione 4 :

Al venditore non vengono richieste mediazioni, ma caricate sul prezzo finale, il famoso supero, ma non basta, viene richiesto anche il 3 % all'acqurente. RADIAZIONE ecco a cosa dovrebbero andare incontro simili agenti immobiliari.

Ce ne sono tante altre, che mi vergogno anche di scrivere.

Ricordati bene, non conta a quanto acquisti il bene o a quanto lo vendi, l'agente immobiliare va pagato per il servizio che ti ha offerto, che è la ricerca del potenziale acquirente o dell'immobile ed il suo compenso deve essere pari al 2%.



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.