giovedì 31 agosto 2017

Giuseppe Rossi <: GIO COPPINI, MA QUANTO MI SCRIVI......>

Ieri ti parlavo di come un buon agente immobiliare debba comprendere al meglio le esigenze del cliente, per poter proporre la soluzione ideale.

                                                                NON BASTA


Andiamo nel profondo della questione, bisogna anche avere un piano per risolvere il problema

Vill&Villette  intraprende un percorso di comunicazione costante e ricco di contenuti.

Il cliente deve essere partecipe all'evolversi della situazione, deve essere informato sui vari progressi ottenuti, sulle differenti difficoltà che il percorso incontra.

Io personalmente ogni settimana, scrivo a chi mi ha dato fiducia, delle mail, dove indico ogni singola azione intrapresa, ma soprattutto dove ho difficoltà e per quale motivo.

La stragrande maggioranza delle altre agenzie, ti contatta solo quando c'e' da incassare dei soldi, quando c'e' da ribassare il prezzo o chiederti di rinnovargli la fiducia, in seguito a degli espedienti a te proposti, per non perderti come cliente..

Bisogna lavorare anche per non ottenere nulla, ma per tranquillizzare il cliente, per toglierli l'ansia, per fargli capire che la macchina sta andando avanti.

Tante famiglie, mi dicono che scrivo troppo, che mando a volte anche delle mail inutili,
MA RITENGO CHE SIA MOLTO IMPORTANTE INFORMARE IL CLIENTE, anche se non ci sono novita'.

Vill&Villette ha la presunzione che con il lavoro costante e meticoloso, spesso superfluo, riesce a risolvere il problema, una volta individuata la soluzione giusta per te.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.