lunedì 3 luglio 2017

FACCIAMO LE COSE FATTE PER BENE

Quanti di voi hanno fatto questa affermazione qunado si sta concludendo un'affare, un'acquisto o una vendita?

Nella trattativa per la vendita di una villetta, il cliente mi pone la seguente domanda:

accetto la proposta , MA FACCIAMO LE COSE FATTE PER BENE.

Credo che in in questa frase ci sia tutto.                  La fretta, l'ansia di concludere non aiutono il buon esito dell'affare.

La maggior parte delle agenzie immobiliari, vogliono fare il compromesso, già il giorno dopo che si è raggiunto l'accordo. Vogliono incassare il prima possibile tutte le provvigioni. Tra queste ci sono anche quelle che incassano direttamente all'accettazione della proposta.

STATEGLI ALLA LARGA.

Una volta raggiunto l'accordo sul prezzo tra venditore ed acquirente, va preparato il compromesso, devono essere fatte le visure ipotecarie, con  la data di un paio di giorni prima, non di 1/2 mesi , la situazione si può evolvere da un giorno all'altro.

In seguito bisogna inviare una copia del compromesso, sia al venditore, sia all'acquirente, in modo tale da poter spiegare le eventuali clausole ,il  contratto deve essere completamente capito, non devono esserci dubbi alcuno.

Quando è tutto chiara si fa la stipula.

Mi raccomando, non pagate tutte le provvigioni al contratto preliminare, ma solo la metà, la rimanenza va pagata al momento dell'atto notarile, a contratto concluso.
L'agenzia immobiliare ti deve seguire, consigliare e tutelare sino al rogito.

Molte agenzie immobiliari non saranno d'accordo con questo articolo e non te lo diranno mai durante la trattativa, MA LE PROVVIGIONI VANNO PAGATE IN QUESTO MODO.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.