mercoledì 17 febbraio 2016

SERRAMENTI IN LEGNO

LA MANUTENZIONE è TUTTO. Il serramento in legno è tra i più apprezzati per le caratteristiche tecniche ed estetiche, ma ha lo svantaggio di essere predisposto al deperimento rispetto alle altre tipologie di serramenti.

Normalmente il deterioramento è dovuto all'azione degli agenti atmosferici cui è esposto normalmente: sole, umidità, raggi Uv e inquinamento. Spesso  poi questi agenti operano in sinergia, per esempio pioggia ed inquinamento che interagiscono chimicamente danneggiano le finiture del serramento fino a raggiungere il legno del telaio, danneggiando porte e finestre.
Per tutelare i serramenti diventa imperativa una corretta manutenzione, così da limitare al massimo l'attività di questi agenti esterni e quindi prolungare il più possibile la vita dei serramenti.

Ecco alcune indicazioni relative proprio alla manutenzione sui telai in legno.

Abbiamo 2 tipi di manutenzione:

1- PREVENTIVA .

E' basata su pulizia e rinfresco

2- CORRETTIVA

Serve a risolvere eventuali piccoli danni avvenuti, essa si basa su ritocco e rinnovo.


La pulizia è l'attività primaria per conservare il più a lungo possibile la verniciatura del telaio. Come accennato, le piogge sempre più acide, a causa dell'inquinamento, corrodono la vernice, pertanto è decisivo pulire almeno semestralmente il telaio, magari in primavera e autunno, con soluzioni di acqua e detergenti neutri. Evitiamo quindi sostanze aggressive come quelle a base di ammoniaca o di alcool, che soprattutto in verniciature con prodotti a base d'acqua, danneggerebbero la finitura . In occasione della pulitura semestrale dei serramenti in legno è buona norma eseguire anche un ritocco alla vernice. dove si evidenziano delle ammaccature o discontinuità.

Il ritocco ha l'obbiettivo di aumentare la durata delle vernice rafforzando quelli che si profilano come punti deboli attaccabili dagli agenti dannosi.
Altra operazione è il rinfresco del telaio del legno. A differenza del ritocco che prevede interventi mirati solo dove la vernice sia danneggiata, il rinfresco prevede una riverniciatura totale del telaio, procedendo prima a un'accurata pulizia e poi l'applicazione di un passaggio di carta abrasiva così da eliminare incrostazioni e la precedente vernice, facendo però attenzione a non compromettere il colore sottostante.

Alla fine di questa operazione il serramento deve presentarsi opaco. A questo punto elimineremo gli ultimi residui con un panno umido e proteggeremo le parti del serramento che non andranno riverniciate..

Procederemo quindi alla riverniciatura utilizzando pennelli a setole morbide e facciamo riposare il serramento un giorno prima di ritoccare nuovamente il tutto.
Normalmente, salvo casi eccezionale, il rinfresco del serramento si esegue circa ogni 3 anni, sempre che ci sia stata una buona manutenzione.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.