sabato 20 giugno 2015

PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA

L'argomento di oggi è molto importante, il preliminare d'acquisto.

Come evidenziavo nei post precedenti, l'agente immobiliare deve essere un esperto di marketing, applicato al settore immobiliare.Deve creare valore, rispetto alla tentata vendita fatta privatamente.
Deve conoscere e continuare ad apprendere delle nuove strategia per poter promuovere al meglio il tuo immobile, nel caso tu sia venditore, o per proporti più soluzioni nel caso tu sia l'acquirente, in modo tale da poter creare numerose visite e quindi aver molteplici trattative che ti mettano nelle condizioni di poter vendere o comperare al meglio, da un punto di vista economico e non solo.

Deve mediare per poter mettere le parti  nelle condizioni di giungere ad un accordo che soddisfi entrambi.

Inoltre deve garantirti, come venditore o come acquirente, la fattibilità dell'affare da un punto di vista catastale, pratiche edilizia, eventuali ipoteche o iscrizioni giudiziali, vizi o forme che ne impediscano la regolarità della conclusione dell'affare o addirittura l'annullamento del contratto.

Ecco l'importanza di fare un compromesso presso un notaio. Preliminare stipulato come se fosse un atto, l'unica differenza è che non c'e' il passaggio di proprietà, ma le ispezioni vengono eseguite tutte, nessuna esclusa.

Io ho fatto una convenzione con un mio notaio di fiducia , il quale una volta che io ho ottenuto l'accordo tra le parti, mi riceve con tutta la documentazione che io ho precedentemente raccolto ed insieme prepariamo il compromesso.
Inoltre, ed ecco un'altro valore aggiunto che con gli anni sono riuscito a creare, conoscendo le eventuali problematiche di venditore o acquirente, consiglio un'eventuale trascrizione del compromesso.

Nessuno ti dice l'alto rischio che si corre , quando si stipula un preliminare.
La documentazione  non è in ordine o falsa.
Il venditore tra il compromesso e l'atto stipula altri preliminari con altri acquirenti.
Eventuali eredi, non  mantengono l'impegno assunto dei defunti.

Sono casi limite che però possono succedere. Con la mia esperienza e con l'aiuto del notaio, possiamo analizzare situazione per situazione ed eventualmente decidere per una trascrizione., che ha un costo, ma che ti tutela al 100%.
Ieri parlavo con il mio notaio e lui mi evidenziavache a Roma, l'80% dei compromessi, vengono trascritti. Città grande, nessuno si fida  del prossimo, la cautela non è mia da sottovalutare.

Nella maggioranza dei casi, la trascrizione è superflua, ma con il nostro aiuto, puoi stare tranquillo che non corri nessun rischio.

TE LO GARANTISCO AL 101%.

Il 2 % di mediazione che mi paghi, in caso di conclusione dell'affare, non è un costo, ma un investimento per garantirti una transazione serena e senza sorprese.

Con fiducia e serenità

Geom.Giorgio Coppini

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.