martedì 16 giugno 2015

IMU , TASI e TARI

Giugno è il mese del pagamento delle imposte sulla casa

Attualmente sono le seguenti:

LA IUC.
 E' l'Imposta Unica Comunale, formata da IMU (1) + TASI (2) + TARI (3) e si basa su due presupposti impositivi: 1) il possesso di immobili 2) l’erogazione e la fruizione di servizi comunali. DA QUANDO E' IN VIGORE? Dal 1° gennaio 2014 per effetto della legge di stabilità 2014 (Legge n. 147/2013). CHI DEVE PAGARLA? Imprese, capannoni, negozi e aziende, prime e seconde case e immobili di pregio. QUANDO? A giugno, ma forse solo per l’acconto con il saldo a luglio ma è tutto ancora da confermare considerando il caos aliquote. 1) IMU, dovuta dal possessore di immobili tranne che per le abitazioni considerate abitazioni principali e relative pertinenze. 2) TASI (Tassa sui servizi indivisibile del Comune) è la quota della IUC destinata al finanziamento dei servizi dei Comuni, come la manutenzione delle strade, la fognatura ecc., a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, ne sono esenti i luoghi di culto. Il calcolo di quanto versare per la Tasi, parte, come per l’Imu, dalla rendita catastale, che deve essere rivalutata del 5% e moltiplicare poi il risultato per il coefficiente del proprio immobile, per esempio 160 coefficiente delle abitazioni. Bisognerà poi applicare sul valore catastale l’aliquota stabilita dal proprio Comune di residenza, e le eventuali detrazioni previste su base locale. Così come per le aliquote, anche le date di pagamento della tassa saranno stabilite dai Comuni che ancora devono, però, darne notizie ufficiali. Si sa che si può pagare in due rate, a cadenza semestrale, o il 16 giugno in concomitanza con il pagamento dell’Imu, ma resta ancora tutto da definire. 3) TARI (tassa rifiuti) che sostituisce la TARSU (poi denominata TARES) che viene calcolata in base alla superficie in metri quadri dell'immobile, destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore. Le scadenze ufficiali da ricordare per l’anno in corso sono: • scadenza IMU 2014: 16 giugno e il 16 dicembre; • scadenza TASI 2014: almeno due rate a scadenza semestrale i cui termini sono stabiliti da ciascun Comune in maniera anche differenziata fra i due tributi. E’ prevista la possibilità del pagamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno. • scadenza TARI 2014: stesse modalità adottate per la preesistente tassa sui rifiuti.

Di seguito una tabella per il calcolo dell'Imu e della Tasi per immobili nel comune di Brescia

IMU

Aliquote e detrazioni

Aliquota ordinaria                                                                           10,60 per mille
Aliquota abitazione principale                                                           6,00 per mille
Abitazioni non locate                                                                       10,60 per mille
Aliquota unità immobiliari ad uso abitativo locate                               8,00 per mille
con canoni determinati ai sensi dell'art.2 comma 3
della legge n.431/1988
Detrazione abitazione principale                                                       200,00 €
Detrazione per immobili in uso gratuito a parenti di 1° grado             100,00 € per immobile


TASI

Aliquote e detrazioni

Aliquota ordinaria                                                                             0,80 per mille
Aliquota abitazione principale                                                            2,5 per mille  
Detrazione abitazione principale                                                         Variabile in base alla rendita catastale   Detrazione per ogni figlio o minore in affido, a partire                         50,00€
dal quarto, residente con il soggetto passivo dell'imposta


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.